Trattamento mini invasivo Safena Insufficiente

TECNICA L.A.F.O.S (Scleroterapia con Schiuma Laser Assistita) per la cura delle Varici Arti Inferiori

A cura del Dr. Gaspare Andrea Gerardi

La tecnica L.A.F.O.S. secondo Frullini si basa su principi fondamentali identificabili come trattamento indolore; rapido; efficace e ambulatoriale dell’insufficienza safenica interna ed esterna.

Rappresenta l’evoluzione mini invasiva del vecchio intervento chirurgico di Stripping Safenico che a parità di risultato richiedeva una sala operatoria, un anestesia spinale o generale con degenza di un giorno e lenta convalescenza.

Questa innovativa tecnica permette di trattare la patologia venosa senza ricovero, in ambulatorio, tramite puntura transcutanea ecoguidata in anestesia locale e con tempi di esecuzione di circa 15 minuti, seguiti da immediata ripresa della vita lavorativa e di relazione.

Si inietta una modica quantità di anestetico locale nella cute in cui a seguire verrà inserita un agocannula fin dentro al lume del vaso venoso malato.

Tale inserzione sarà dunque indolore e sotto guida ecografica (Tecnica Seldinger).

All’interno della cannula cosi posizionata verrà introdotta una sonda laser della grandezza di pochi micron che azionata ridurrà in pochi minuti il calibro del vaso malato restringendone il lume tramite ispessimento della parete.

Estratta la sonda laser si inietterà attraverso la stessa cannula una schiuma sclerosante che andrà a completare l’azione obliterativa (di chiusura) iniziata con il laser.

Si estrarrà la cannula e il trattamento è concluso senza che il paziente abbia mai avvertito alcun tipo di dolore.

Al termine della seduta L.A.F.O.S. si invita il paziente a indossare le calze elastocompressive e assegnatagli la terapia domiciliare da seguire per una decina di giorni si raccomanda di camminare per circa un quarto d ora e di riprendere da subito tutte le normali attività quotidiane.

VIDEO LASER OLMIO

Scarica qui il tuo consenso: CONSENSO_OLMIO