Mastoplastica Additiva

Un seno asimmetrico,svuotato, poco sviluppato o leggermente cadente può acquistare un aspetto piacevole solo con un intervento chirurgico: la Mastoplastica additiva.

Tale intervento consiste nell’inserimento in regione mammaria (sopra o sotto il muscolo pettorale) di apposita protesi tonda o anatomica.

La via d’accesso tramite cui inserire le protesi possono essere molteplici:  Solco Sottomammario;Zona peri-areolare o  Cavo Ascellare.

Il tipo di anestesia, i tempi di degenza, la frequenza di medicazioni, l’epoca della rimozione di punti dipendono dal singolo caso clinico e dalla tecnica impiegata.

Il risultato è di solito ottimale ma in una modesta percentuale di casi le protesi possono andare incontro ad un indurimento che può essere fastidioso per la paziente alterandone talvolta  la forma del seno.

Si possono verificare, anche se raramente, come in ogni intervento chirurgico, raccolte ematiche o sierose o infezioni che possono comportare un prolungamento del trattamento post-operatorio ed eccezionalmente la rimozione delle protesi.

Ovviamente la scelta di ottime protesi riduce al massimo tutti questi rischi.

CASISTICA PERSONALE:

Immagine2

Scarica l’informativa per: MASTOPLASTICA ADDITIVA